News

Ciao!

Dopo la nostra tappa a Cebu siamo ritornati a Manila per un secondo progetto condotto su invito dell'EDSA People Power Commission, un ente governativo dell'intera nazione filippina.
Ma... il giorno dopo il nostro arrivo, per una sola giornata, siamo partiti alla volta di Tacoblan, città colpita dal tifone Yolanda lo scorso novembre, e città di uno di noi: Raymund!

Di seguito, nel link del nostro sito web, trovate l'articolo che Lito Amuchastegui ha scritto dopo quella giornata:Gli aquiloni di Tacloban

Prima di concludere la nostra tournée siamo stati a Palawan: isola meravigliosa immersa nel mare della Cina. Lì abbiamo lavorato con 100 ragazzi di alcuni cori della Cattedrale. Con loro abbiamo tenuto un concerto e cantato alla Messa. Il Vescovo ci ha ringraziato per aver dato un'anima al loro cantare, passando da una semplice performance a un'espressione dello spirito.

Il giorno seguente siamo stati nella Colonia Penale che comprende molti detenuti anche ergastolani. Abbiamo tenuto dei workshop con 100 di loro e uno spettacolo includendo loro in vari numeri. Ecco qualche impressione a caldo: “E' stato il giorno più bello da quando sono in carcere”. “E' la prima volta che non mi sono sentito chiuso”.

Sono seguiti 3 giorni di riposo tra le meravigliose isole che coronano quella terra.

Ed ora siamo al termine del nostro tour in Filippine che si è concluso nel modo più inaspettato.

Il nostro rientro è stato posticipato fino ad oggi, perché circostanze varie hanno fatto sì che noi tornassimo a Tacloban, per realizzare questa volta un progetto record: una settimana sola di allestimento e preparazione coinvolgendo 2 università e 8 scuole superiori.

Abbiamo iniziato quest'ultimo 'progetto' con tanti abitanti dell'isola, che, per la recente disgrazia, ci hanno dato una forte testimonianza di come “tutto vince l'amore”.

Siamo stati accolti a braccia aperte con il benvenuto del Vescovo, il ringraziamento del Sindaco e dei 2 Rettori delle università.

In una collaborazione molto dinamica e fruttuosa col Movimento dei Focolari a Tacloban (con l'aiuto di altri venuti appositamente da Cebù e Manila), la Fazenda da Esperança di Masbate e il Gen Rosso, siamo stati testimoni diretti di un “Evento di risurrezione” per i 200 giovani che hanno fatto l'intero percorso del progetto fino alle 1600 persone intervenute allo spettacolo. C'era una felicità contagiosa sui volti ma soprattutto nel cuore di quanti continuavano a esprimere il loro grazie con un gesto, un saluto, una foto, un regalo...

“Ci avete dato qualcosa di più che gli aiuti di soccorso, diceva un ragazzo.

E una ragazza: “ci avete portato un tesoro che terremo per tutta la vita.

E il commento di una ragazza:“Dopo il tifone, mi aspettavo ancora disgrazie... non pensavo che nella vita potesse ancora succedere qualcosa di bello...”.

Già si sono avviate le tappe per proseguire il cammino con i 200.

Il 30 marzo si incontreranno di nuovo tutti insieme all'Università, per provare canzoni, coreografie e azioni teatrali apprese nei workshop. Il giorno di Pasqua andranno nel carcere locale per far festa insieme ai detenuti e presentare la storia di Charles attraverso i loro numeri legati da un narratore.

Questa tournée non poteva concludersi meglio di così; nei nostri cuori resta un'immensa gratitudine per le molte persone incontrate dove ogni sorriso, incontro, momento di condivisione si è stampato in modo indelebile dentro di noi!

SALAMAT PO Philippines!!!

 

 

533c872b24bf5
533c872b773c9
533c872c2f7d5
533c872c92ed5
533c872e8daf7
533c872f99ee7
533c872dbc30f
533c87286db05
533c87311dc67
533c87322f4b7

Subscribe our newsletter!
Please wait

This website or its third party tools use cookies, which are necessary to its functioning and required to achieve the purposes illustrated in the cookie policy.
By using this website or closing this message, you are agreeing to our Cookies notice.