News

Ciao amici.
Un'altra settimana ricca di emozioni è stata quella che abbiamo vissuto a Cebu, una delle province più sviluppate delle Filippine. La città metropolitana, denominata Metro Cebu, è la seconda del Paese, superata soltanto da Manila. La Sacred Heart School Ateneo de Cebu è la scuola privata cattolica dei Gesuiti che ci ha accolti per un altro incredibile progetto. La caratteristica del progetto, da titolo qui “Spark for Change”, è stata la partecipazione di studenti di una scuola pubblica, che per la prima volta mettevano piede in una scuola privata. Era bello vederli giocare insieme nel cortile della Sacred Heart School, come se fossero di un'unica scuola. Un ragazzo della scuola pubblica ha detto: questa scuola mi sembra un aeroporto.


Alla fine del progetto ecco l'impressione più significativa di uno dei ragazzi: “Ero un giovane perso, che ha tentato anche il suicidio a causa della mia famiglia. Quando sono riuscito a liberarmi dal mio fardello, ho compreso meravigliosamente cosa è la vita e cosa è l'amore: non è solo essere stimati ma è sacrificio e determinazione per il bene degli altri. Questo è quello che Charles, Streetlight, vuole dire a ciascuno di noi: che anche se siamo diversi possiamo essere uniti come una cosa sola e fare le cose per gli altri. Grazie per questa indimenticabile esperienza.”

Al nostro arrivo nella città, siamo stati invitati ad incontrare la vice governatrice. Dopo averle spiegato il nostro lavoro nelle scuole e anche nelle carceri, ci ha voluto invitare al carcere di detenzione di Cebu, dove 600 detenuti, apposta per noi, si sono esibiti danzando quattro differenti coreografie, tra cui due di Michael Jackson: un'esperienza da brividi. Dopo siamo scesi nel cortile in mezzo a loro e abbiamo potuto scambiare qualche parola e qualche foto. Guardate questo video che abbiamo realizzato:



Il team organizzativo composto dalle varie realtà del Movimento dei Focolari (come Gioventù Nuova e Umanità Nuova) in collaborazione con la scuola è stato fantastico. Con loro abbiamo portato avanti ogni cosa, e con successo abbiamo superato le sfide che inevitabilmente si incontrano, tanto che il direttore, molto contento del progetto, in un incontro finale ha detto che nella scuola saranno sempre i benvenuti per qualsiasi cosa. Nel progetto erano presenti anche alcuni ragazzi di Tacloban, città colpita dal tifone Yolanda: erano molto grati per l'occasione avuta ed erano stra-felici.
Una realtà molto significativa che ci ha toccato il cuore, è l'azione sociale dei Focolari: “Filo d'oro”. Una piccola azienda tessile che insegna lavoro a giovani disagiati e in difficoltà. Questi stessi ragazzi ci hanno aiutato nella costruzione della scenografia di Streetlight.
Prima di partire da Cebu, siamo stati nella Basilica Minore del Santo Niño: la statua del bambino Gesù, che fu donata, come regalo di battesimo alla Regina di Cebu, dall'esploratore Ferdinando Magellano all'epoca della esplorazione del navigatore portoghese in quelle terre. Gli abbiamo affidato le nostre famiglie e i ragazzi incontrati nei progetti.

 

531b331f3c9ed
531b331d4350d
531b333c44dd0
531b335b88ba4
531b334aa3ae9
531b335d76802
531b33363dcea
531b33385523f
531b336528d8e

Subscribe our newsletter!
Please wait

This website or its third party tools use cookies, which are necessary to its functioning and required to achieve the purposes illustrated in the cookie policy.
By using this website or closing this message, you are agreeing to our Cookies notice.