Discography

 

 

Titolo: Gen Rosso

Anno: 1995

Supporto: CD, MC

Casa editrice: EMI

01 Lavori in corso

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Lavori in corso


C’è bisogno di silenzio, c’è bisogno di ascoltare
c’è bisogno di un motore che sia in grado di volare
c’è bisogno di sentire, c’è bisogno di capire
c’è bisogno di dolori che non lasciano dormire
c’è bisogno di qualcosa, c’è bisogno di qualcuno
c’è bisogno di parole che non dice mai nessuno.

C’è bisogno di fermarsi, c’è bisogno di aspettare
c’è bisogno di una mano per poter ricominciare
c’è bisogno di domande, c’è bisogno di risposte
c’è bisogno di sapere cose sempre più nascoste
c’è bisogno di domani, c’è bisogno di futuro
c’è bisogno di ragazzi che sono al di là del muro.

C’è bisogno di un amore vero
c’è bisogno di un amore grande
c’è bisogno di un pezzo di cielo
in questo mondo sempre più distante.

C’è bisogno di silenzio, c’è bisogno di ascoltare
c’è bisogno di un motore che sia in grado di volare
c’è bisogno di sentire, c’è bisogno di capire
c’è bisogno di dolori che non lasciano dormire
c’è bisogno di qualcosa, c’è bisogno di qualcuno
c’è bisogno di parole che non dice mai nessuno.

C’è bisogno di un amore vero
c’è bisogno di un amore immenso
c’è bisogno di un pezzo di cielo
in questo mondo che ritrovi senso.

Abbiamo visto cose nuove
abbiamo fatto tanta strada
ma il mondo che verrà domani
resta un’impresa da titani
siamo tutti adesso importanti
siamo tutti un po’ più attori
in questi grandi lavori in corso.

C’è bisogno di un amore vero
c’è bisogno di un amore grande
c’è bisogno di un pezzo di cielo
in questo mondo sempre più distante.

C’è bisogno di un amore vero
c’è  bisogno di un amore amore
c’è bisogno di un pezzo di cielo
in questo mondo che abbia più colore.

C’è bisogno di memoria, c’è bisogno di pensare
c’è bisogno di coraggio, c’è bisogno di sognare.

 

02 Gennaro

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Gennaro


Gennaro, eh!
Gennaro è un ottimo guaglione
ogni tanto va a lezione
perché a scuola non c'è stato
manco ha fatto il soldato.
Per sfamare la famiglia
lui i soldi addò li piglia
e s'arrangia pe' campà!
In un povero quartiere
di violenza tutt'e sere
che lavoro può truvà?

Gennaro, eh!
Gennaro è la sua occasione
un amico gli propone
per sbarcare il suo lunario
un lavoro e un buon salario.
E' fortuna o è bravura
fatto sta che la paura
del futuro ora non c'è
forse è l'unico al quartiere
che a cena tutt'e sere
può permettersi il caffè.

Ah, che vita
Gennaro è come 'e piante
che pigliano da terra
solo chille pe' campà.
Ah, che vita
sapersi accontentare
senza accaparrare
come fanno i passeri.


 Gennaro, eh!
Gennaro è un ottimo guaglione
ma in questa situazione
non ci sguazza come un pesce
a fa'l ricco non ci riesce.
Sa che in qualche casa intorno
non c'è primo, né contorno
non c'è niente da inghiottì
e qualcuno nel quartiere
per la fame tutt'e sere
non riesce chiù a durmì.

Gennaro, eh!
Gennaro non ammassa niente
dà 'na mano a tanta gente
che è venuta a questo mondo
solo per toccare il fondo.
Se n'è fatta una questione
di onore stu guaglione
d'aiutà tutti a campà.
E' così che nel quartiere
tu 'o vide tutt'e sere
che dà sempre e sempre dà.

Ah, che vita

Sapersi accontentare
senza accaparrare
come fanno i passeri.

 

03 Cosa resta di me

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Cosa resta di me

Cosa resta di me
quando il giorno va via
che cosa potrò dare io
con queste mani vuote?
Cosa mai darà forza alla mia voce
cosa mai darà fiato alla mia corsa
se non quel po' d'amore
nato dalle mie lacrime.

Stanca nella sera
dorme la collina
non un suono, non parole
si alzano nel vento
come un cuore gonfio
il mondo soffre il suo lamento.
Che profondità
in quei silenzi
che possibilità.

Cosa resta di me


Strana prospettiva
magica alchimia
lentamente nella vita
cambiano i valori
il pianto brilla nelle mani
brilla più dell'oro.
Che serenità
in questa sera
che se ne va.

Cosa resta di me


 

04 Mother Earth

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Mother Earth


Little wings
sail on heaven's seas
'neath the shore
waves of promise boom
you see they listen to what
mother has to say.

As a child
life moves in a dream
rest your hands
let the bird go free
why don't you listen
to what mother has to say
oh, why have people
broken the peace with you
oh, mother earth?

Mother earth bless your children
mother earth forgive us once more
mother earth give us a chance
mother earth praise the most high.

Teach my eyes
what makes rivers flow
let me try
on my knees I plead
oh, give me strengh to face
the shame of all my deeds.

Fill my heart
with a breath of love
wash away
all my hidden faults
oh, will you answer me
with one last chance to see
the day will dawn when people
open up their lives
oh, let us sing.

Mother earth bless your children

 

05 Dagli un'anima

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Dagli un'anima

Che cosa c'è
tanta confusione
in questa città
che disillusione
sta crollando addosso a noi
un Palazzo senza eroi
smarrimento da riempire
al Market delle Vanità.

Che cosa c'è
voglia di cambiare
in questa città
da ricostruire
che assomigli un po' più a noi
che non siamo mica Eroi
ma che non ci tiriamo indietro
non ci fermeremo mai.

Io, io la voglio guardare
dritto negli occhi la vita che ho.
Io, io ci voglio provare
a spaccare la scorza che dice di no.

Che cosa c'è
manca solo un cuore
a questa città
a un secolo che muore
dàgli l'anima che hai
dàgli il cuore che tu sei
dàgli grinta, dàgli amore
e respirerà.

 Che cosa c'è
un modo di pensare
in questa città
quello che più vale
è far di tutto perché sia
un po' migliore questa mia
questa parte di esistenza
sulle spalle mie.

Io, io la voglio guardare...

Nuvole, nuvole, nuvole, nuvole
passano le nuvole, nuvole, nuvole
lasciandosi dietro
un Villaggio senza idee.
Cambiano, cambiano,
cambiano, cambiano
ma le cose cambiano,
cambiano, cambiano
finché ci saranno uomini
che non avranno paura
di cominciare prima da sé.

... Dàgli l'anima che hai
dàgli il cuore che tu sei
dàgli grinta, dàgli amore
e respirerà.

Io, io la voglio guardare...

 

05 Costellazioni

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Costellazioni

 

Se le nostre anime fossero stelle
noi dovremmo fare una costellazione
se le nostre anime fossero foglie
noi dovremmo fare un albero d'estate.

Se le nostre anime fossero stelle
noi dovremmo fare una costellazione
se le nostre anime fossero foglie
noi dovremmo fare un albero d'estate
se le nostre anime fossero gabbiani
noi dovremmo migrare verso paesi lontani
come uno stormo che migra
migra verso il mare.

Queste mie mani
sono le tue mani
i miei pensieri
sono i tuoi pensieri
trasparenti come bolle di sapone
incontro al vento
siamo come gli aquiloni
che non vogliono atterrare.

Se le nostre anime fossero stelle
noi dovremmo fare una costellazione
se le nostre anime fossero foglie
noi dovremmo fare un albero d'estate.

Queste mie mani
sono le tue mani
i miei pensieri
sono i tuoi pensieri
colorati come il sole
che si specchia in un riflesso
siamo come una cordata
che cammina sul crinale.


 Se le nostre anime fossero stelle
noi dovremmo fare una costellazione
se le nostre anime fossero foglie
noi dovremmo fare un albero d'estate
se le nostre anime fossero gabbiani
noi dovremmo migrare verso paesi lontani
come uno stormo che migra
migra verso il mare.

E stando soli ci si sente
su un ramo d'inverno bruciati dal freddo
e stando soli sembra di essere persi
su un'aspra montagna sospesi nel vuoto
e stando soli che cosa sei non lo sai più.

... Come uno stormo che migra
migra verso il mare, il mare.

Se le nostre anime fossero stelle
noi dovremmo fare una costellazione
se le nostre anime fossero foglie
noi dovremmo fare un albero d'estate
se le nostre anime fossero gocce
noi dovremmo fare una pioggia di suoni
se le nostre anime fossero fuochi
noi dovremmo fare una traccia nella notte
se le nostre anime fossero coralli
noi dovremmo fare un'immensa barriera
se le nostre anime fossero neve
noi dovremmo fare un mantello sulle case.

 

07 Boomerang

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Boomerang


Dire di no
ai consigli per consumatori
dire di no
e far di tutto per restare fuori
dire di no
alla smania di infilarsi al rosso
dire di no
all'arroganza che portiamo addosso
dire di no
e saltare il fosso.

Boomerang, boomerang
effetto boomerang.

Dire di no
si può farcela anche senza "ismi"
senza talk show
e l'invadenza da protagonismo
dire di no
alla plastica buttata in terra
all'avidità
e all'incapacità di "stare senza"
dire di no
all'inutile violenza.

Boomerang, boomerang
attenti al boomerang
boomerang, boomerang
giù la testa arriva il boomerang.

 Loyal boomerang will take its turn
when you give love you get in return
the loyal boomerang will take its turn
give out hate and you get burned

Dire di no
per andare poi contro corrente
dire di no
e non fare più finta di niente
dire di no
perché tutto addosso poi ritorna
dire di no
per avere un mondo ancora in forma
dire di no
e resterà un'impronta.

Boomerang, boomerang
attenti al boomerang
boomerang, boomerang
giù la testa arriva il boomerang.

 

08 Tutto è OK

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

 Tutto è OK

Cocktail
di stelle alla TV
miti
montati a Hollywood
ogni giorno inventa un nuovo superman
sotto i flash di Sua Maestà lo Spot.

Audience
slogan, pubblicità
troppi
specchi di allodole
dove tutto appare meglio di com'è
senza guai, senza più tabù.

Tutto è o.k.
tutto è top
tutto è all right
tutto è più
tutto è in
tutto è light
ma non è questo il mondo che
volevamo noi.

Dimmi
dov'è la libertà
dove
quel nostro sogno che
ci faceva andare incontro a una realtà
grande più di ogni nostra idea.

Io
guardo a un futuro che
cambia
questa mentalità
dove ognuno trova la sua dignità
per quello che è
non per ciò che ha.

Questo sì
questo è o.k.
questo è all right
questo sì
questo è o.k.
questo è all right
e se sembra impossibile
non mollare mai!

Questo sì
questo è o.k.
questo è all right
questo sì
questo è o.k.
questo è all right
e se un mondo così non c'è
diamoci dentro noi!

 

09 Torna il sereno

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Torna il sereno

Mondo futuro
mondo del 2.000
mondo impossibile
mondo tutti in fila
mondo fallito
mondo della guerra
mondo di fame
mondo giù per terra.

Voglio vivere in un mondo senza armi
in un mondo senza più inganni
voglio vivere in un mondo fatto apposta
che per tutti abbia una risposta.

Eh oh, eh oh
il sereno torna ancora sopra
eh oh, eh, oh
il sereno torna ancora sopra noi.

Mondo confuso
mondo disperato
mondo smarrito
mondo soffocato
mondo di lupi
mondo di rapina
mondo di sogni
mondo come prima.

Voglio vivere in un mondo senza prezzi
in un mondo senza interessi
voglio vivere in un mondo su misura
in un mondo senza la paura.

Eh oh, eh, oh

Un altro giorno senza sole
stan volando basse rondini.
Sta bruciando ancora fuoco
anche se non fa clamore
l'orizzonte presto si rischiarerà.

Mondo al contrario
mondo immaginario
mondo da solo
mondo prende il volo.

Mondo guarito
mondo più pulito
mondo condiviso
mondo col sorriso.

Mondo profondo
mondo moribondo
mondo maturo
mondo più sicuro.

Mondo di gente
mondo nella mente
mondo di attese
mondo di sorprese.
 

 

10 Ninnanana

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Ninnananna

Quante cose avrei da dire
a quegli occhioni grandi
quante cose di quel mondo
che ti sta davanti
un mondo grande come
il pollice che ti succhierai.

Quante parole da imparare
quante risposte ai tuoi perché
quanti giocattoli da aprire
per sapere cosa c'è
mentre con il tuo ditino
dici cha hai un anno ma non sai cos'è.

Ninna nanna
ninna nanna
ninna nà.

Storie di saggi e di potenti
come al tempo di Re Artù
storie di Volpi e Burattini
e maghi dentro la TV
lupi nascosti dietro sorrisi
di falsa ingenuità.

Storie di razzi e di galassie
e di guerre ai videogames
storie di eroi sconosciuti
che combattono per te
mentre con il tuo ditino
indichi il cielo azzurro ma non sai cos'è.

Ninna nanna
ninna nanna
ninna nà.

Dormi che il futuro
ti aspetta alla finestra
e senza fretta
guarda dentro la tua stanza.
Io lo so che lo farai meraviglioso
proprio come stai sognando tu.

Ninna nanna
ninna nanna
ninna nà.

Quante cose avrei da dirti
quante cose ti dirò
quanti momenti per guardarti
mentre cresci ogni giorno un po'
quante cose anch'io
da te imparerò.

 


Subscribe our newsletter!
Please wait

This website or its third party tools use cookies, which are necessary to its functioning and required to achieve the purposes illustrated in the cookie policy.
By using this website or closing this message, you are agreeing to our Cookies notice.