Discography

 

 

Titolo: Work in progress

Anno: 1998

Supporto: CD

Casa editrice: Città nuova

 

01 Lavori in corso

 

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Lavori in corso

 C'è bisogno di silenzio
c'è bisogno di ascoltare
c'è bisogno di un motore
che sia in grado di volare.
C'è bisogno di sentire
c'è bisogno di capire
c'è bisogno di dolori
che non lasciano dormire.
C'è bisogno di qualcosa
c'è bisogno di qualcuno
c'è bisogno di parole
che non dice mai nessuno.

C'è bisogno di fermarsi
c'è bisogno di aspettare
c'è bisogno di una mano
per poter ricominciare.
C'è bisogno di domande
c'è bisogno di risposte
c'è bisogno di sapere
cose sempre più nascoste.
C'è bisogno di domani
c'è bisogno di futuro
c'è bisogno di ragazzi
che sono al di là del muro.

C'è bisogno di un amore vero
c'è bisogno di un amore grande
c'è bisogno di un pezzo di cielo
in questo mondo sempre più distante.

C'è bisogno di silenzio


C'è bisogno di un amore vero
c'è bisogno di un amore immenso
c'è bisogno di un pezzo di cielo
in questo mondo che ritrovi senso.

Abbiamo visto cose nuove
abbiamo fatto tanta strada
ma il mondo che verrà domani
resta un'impresa da titani.
Siamo tutti adesso importanti
siamo tutti un po' più attori
in questi grandi lavori in corso.

C'è bisogno di un amore vero
c'è bisogno di un amore grande
c'è bisogno di un pezzo di cielo
in questo mondo sempre più distante.

C'è bisogno di un amore vero
c'è bisogno di un amore "amore"
c'è bisogno di un pezzo di cielo
in questo mondo che abbia più colore.

C'è bisogno di memoria
c'è bisogno di pensare
c'è bisogno di coraggio
c'è bisogno di sognare.

 

02 Making space

Testo: V. Ciprì
Musica: B. Enderle

Making space

Little by little I am disappearing
I like those church bells I’m hearing
It’s getting harder to see my face
Because I’m stepping down and I’m making space.

It’s been too long I’m singing to myself
I’m like the morning sun sitting on the kitchen shelf
Open the window come and set me free
My room may be dark but now I can see.

Making space for love
Making space for love
Making space for love.

I’m a drop of rain lost in the ocean blue
I’m falling deep inside I’m falling in for you
I’m seeing further than I ever have before
You said I lost it all I couldn’t ask for more.

I’m a cool breeze like the wind I fly
Pushed by my God I pushed away the pride
On to other lands so quickly we must run
Across the desert sky to the burning sun.

Making space for love

03 Cerco la tua voce

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Cerco la tua voce

Dove sei
perché non rispondi
vieni qui
dove ti nascondi?
Ho bisogno della tua presenza
è l’anima che cerca te.
Spirito
che dai vita al mondo
cuore che
batte nel profondo
lava via le macchie della terra
e coprila di libertà.

Soffia vento che
hai la forza di cambiare
fuori e dentro me
questo mondo che ora gira
che ora gira attorno a te.
Soffia proprio qui
fra le case
nelle strade della mia città
tu ci spingi verso un punto
che rappresenta il senso del tempo
il tempo dell’unità.

Rialzami
e cura le ferite
riempimi
queste mani vuote
sono così spesso senza meta
e senza te cosa farei?
Spirito
oceano di luce
parlami
cerco la tua voce
traccia a fili d’oro la mia storia
e intessila d’eternità.

Soffia vento ...

 

04 Al centro del presente

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Al centro del presente

Oh oh oh...
vivi il momento che va
cogli l'attimo adesso
eh eh eh.

Lui va a scuola ma non sa perché
butta i giorni nella noia
vive dentro una fotografia
inseguendo un sogno fragile
lui non ha tempo per nessuno
sta viaggiando nel futuro.

Oh oh oh ...

Lei ripensa ai passi che non ha
sta vangando nel passato
ha negli occhi un che di arido
se potesse cambierebbe tutto di sé
ma ormai l'acqua che è passata
non fa più girar la ruota.

Oh oh oh ...

Al centro di questo presente
scorre l'eterno nelle cose
e se in quest'attimo tu ami
incontri Dio nella tua vita.

Oh oh oh ...

05 Cosa resta di me

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Cosa resta di me

Cosa resta di me
quando il giorno va via
che cosa potrò dare io
con queste mani vuote?
Cosa mai darà forza alla mia voce
cosa mai darà fiato alla mia corsa
se non quel po' d'amore
nato dalle mie lacrime.

Stanca nella sera
dorme la collina
non un suono, non parole
si alzano nel vento
come un cuore gonfio
il mondo soffre il suo lamento.
Che profondità
in quei silenzi
che possibilità.

Cosa resta di me


Strana prospettiva
magica alchimia
lentamente nella vita
cambiano i valori
il pianto brilla nelle mani
brilla più dell'oro.
Che serenità
in questa sera
che se ne va.

Cosa resta di me

06 Boomerang

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Boomerang

Dire di no
ai consigli per consumatori
dire di no
e far di tutto per restare fuori
dire di no
alla smania di infilarsi al rosso
dire di no
all'arroganza che portiamo addosso
dire di no
e saltare il fosso.

Boomerang, boomerang
effetto boomerang.

Dire di no
si può farcela anche senza "ismi"
senza talk show
e l'invadenza da protagonismo
dire di no
alla plastica buttata in terra
all'avidità
e all'incapacità di "stare senza"
dire di no
all'inutile violenza.

Boomerang, boomerang
attenti al boomerang
boomerang, boomerang
giù la testa arriva il boomerang.



 Loyal boomerang will take its turn
when you give love you get in return
the loyal boomerang will take its turn
give out hate and you get burned

Dire di no
per andare poi contro corrente
dire di no
e non fare più finta di niente
dire di no
perché tutto addosso poi ritorna
dire di no
per avere un mondo ancora in forma
dire di no
e resterà un'impronta.

Boomerang, boomerang
attenti al boomerang
boomerang, boomerang
giù la testa arriva il boomerang.



 

07 Immagini

Testo: V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

 Immagini

Immagini
davanti ai nostri occhi in dissolvenza
immagini
cortometraggi di sequenze solo amare
immagini
di un dramma antico ancora troppo vivo
nell'era del 2000.

Tentacoli
mani che affogano città nella paura
tentacoli
ruggiti di armi che impongono il silenzio
tentacoli
supremazie nelle spirali d'odio
e controlli di quartiere.

Ma tu che vedi
quest'ingranaggio che non gira più
ripeti ancora a noi
"Amatevi, amatevi come ho amato voi."

Metropoli
vivai immensi dell'America Latina
metropoli
di grattacieli-cattedrali al dio consumo
metropoli
vivai umani coronati
con baracche di lamiera.

Ma Tu che vedi
quest'ingranaggio che non gira più
ripeti ancora a noi
"Amatevi, amatevi."
Tu ricomponi
un puzzle scombinato che non va
sei l'unico che può ripetere
"Amatevi, amatevi come ho amato voi."

Immagini
davanti ai nostri occhi in dissolvenza
immagini
progetti di un'economia di comunione
immagini
di città costruite dall'amore
e...

"Amatevi, amatevi come ho amato voi."

08 What's going down (Tu cosa fai)

Testo: V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

What's going down (Tu cosa fai)

Check it out world time to get you together
it’s raining war we gotta change this weather
whether or not you like it we’re gonna get you better
step in line this time and join the party forever.

Once upon a time it was plain to see
people grow together like a family tree, we need
the roots growing deeper in the roots the right way
so we can eat from the branch of a brighter day.

Tu cosa fai, tu cosa fai ...

Yo what’s going down look what’s going downtown
you talk about peace man don’t even think you clown
what you think is a game is a matter of the soul
use your planetary knowledge and watch the dirt turn to gold.

I know you can feel it come on give it a try
I’m feeling willing and able I’m even ready to die for
it ain’t about power or the penny in your pocket
it’s peace for your brother
brother ‘still want a rocket.

Tu cosa fai, tu cosa fai …

Figlio dell'umanità
se la vita continuerà dipenderà da te
figlio dell'umanità
la tua parola vale, la tua vita vale.

Uomo della pace puoi essere se vuoi
uomo della pace devi essere: lo puoi.
Uomo della pace puoi essere se vuoi
uomo della pace sai essere se tu lo vuoi.

 

09 Vorrei

Testo: V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Vorrei 

Io vorrei sentire sulla mia pelle i problemi tuoi
io vorrei portare sulle mie spalle i pesi tuoi
vorrei abbracciare il tuo orizzonte
vedere il mondo con gli occhi tuoi.

Io vorrei provare dentro l'angoscia che provi in te
io vorrei sentire miei fino in fondo i tuoi perché
vorrei non pensare a soluzioni
o a mie opinioni se parli tu.

Io vorrei essere uno con i tuoi pensieri
io vorrei essere uno coi tuoi desideri.

Io vorrei, io vorrei
essere uno col tuo pianto
uno col tuo canto
sì, vorrei... vorrei...
perché nella mia vita
prima di me ho messo te.

Io vorrei sentirmi senza respiro se non l'hai tu
io vorrei sentirmi male se non hai forze tu
vorrei ancorarti alla mia mano
se perde quota la vita tua.

Io vorrei sentirmi senza una casa se non l'hai tu
io vorrei sentirmi un esiliato se lo sei tu
vorrei poterti dare il mio lavoro
se non riesci a trovarlo tu.

Io vorrei essere uno con le tue amarezze
io vorrei essere uno con le tue certezze.

Io vorrei, io vorrei
esserti uno nella noia
uno nella gioia
sì, vorrei... vorrei...
perché nella mia vita
prima di me ho messo te.

 

10 Oltre l'invisibile

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Oltre l'invisibile

Quando la vita non ha dignità
e un grido sordo mi sale da qui
quando è scura la città
piove fuori e dentro me
oltre il buio chissà cosa c'è.

Quando la vita mi appare bugia
non ha più senso lottare così
con il cuore stretto in sé
tutto è come malattia
in fondo al nero uscita non c'è.

Eppure nella notte
vedo più lontano
le stelle e le galassie
l'invisibile
eppure il tuo silenzio parla
mi racconta te
ed io non ho parole
ma ti cercherò.

Forse mi resta una debole voce
forse un pensiero una piccola luce
e ho imparato che ci sei
dietro l'ombra che mi fa
tremare se più certezze non ho.

Eppure nella notte ...

Oltre la notte
oltre l'invisibile
c'è un abisso di energia
l'infinito che ci fa volare
oltre la notte
oltre l'invisibile
c'è un abisso di energia
quella forza che ci fa restare. (bis)

Stare adesso qui.

 

11 Secure

Testo: V. Ciprì
Musica: B. Enderle 

Secure

Don’t you wish that you could be secure
Don’t you wish that you could know for sure
But don’t you know that not knowing is half of the fun

Take your son up to the mountain top
Go ahead now give me everything you got
Don’t you know that not knowing will rise up the sun

When I trust in you, you give me everything
When I trust in you, you give it to me all
When I trust in you, you take away my weaknesses
Because I am with you my friend secure

You’re hang gliding off the edge of a cliff
Your body’s shaking and your legs are stiff
Don’t you know where you’re going
Life’s just begun

Daddy, Daddy take this cup from me
You know it’s not the one I want to see
But don’t you know I’ll be singing your will be done

When I trust...

Be secure (4x)

Stars and tears are falling all around
carry my burden carry this treasure I found
don’t you know I will find you a place in the sun

Don’t you wish that you could be secure.

 

12 Costellazioni

Testo: C. Casucci - V. Ciprì
Musica: G. Balduzzi - B. Enderle

Costellazioni

Se le nostre anime fossero stelle
noi dovremmo fare una costellazione
se le nostre anime fossero foglie
noi dovremmo fare un albero d'estate.

Se le nostre anime fossero stelle
noi dovremmo fare una costellazione
se le nostre anime fossero foglie
noi dovremmo fare un albero d'estate
se le nostre anime fossero gabbiani
noi dovremmo migrare verso paesi lontani
come uno stormo che migra
migra verso il mare.

Queste mie mani
sono le tue mani
i miei pensieri
sono i tuoi pensieri
trasparenti come bolle di sapone
incontro al vento
siamo come gli aquiloni
che non vogliono atterrare.

Se le nostre anime fossero stelle
noi dovremmo fare una costellazione
se le nostre anime fossero foglie
noi dovremmo fare un albero d'estate.

Queste mie mani
sono le tue mani
i miei pensieri
sono i tuoi pensieri
colorati come il sole
che si specchia in un riflesso
siamo come una cordata
che cammina sul crinale.


 Se le nostre anime fossero stelle
noi dovremmo fare una costellazione
se le nostre anime fossero foglie
noi dovremmo fare un albero d'estate
se le nostre anime fossero gabbiani
noi dovremmo migrare verso paesi lontani
come uno stormo che migra
migra verso il mare.

E stando soli ci si sente
su un ramo d'inverno bruciati dal freddo
e stando soli sembra di essere persi
su un'aspra montagna sospesi nel vuoto
e stando soli che cosa sei non lo sai più.

... Come uno stormo che migra
migra verso il mare, il mare.

Se le nostre anime fossero stelle
noi dovremmo fare una costellazione
se le nostre anime fossero foglie
noi dovremmo fare un albero d'estate
se le nostre anime fossero gocce
noi dovremmo fare una pioggia di suoni
se le nostre anime fossero fuochi
noi dovremmo fare una traccia nella notte
se le nostre anime fossero coralli
noi dovremmo fare un'immensa barriera
se le nostre anime fossero neve
noi dovremmo fare un mantello sulle case.

Subscribe our newsletter!
Please wait

This website or its third party tools use cookies, which are necessary to its functioning and required to achieve the purposes illustrated in the cookie policy.
By using this website or closing this message, you are agreeing to our Cookies notice.