Campus the musical


CAMPUS - THE MUSICAL

Si ispira a fatti realmente accaduti sulla tematiche del dialogo interculturale, i terrorismi, la giustizia, la distribuzione delle ricchezze, la sfida ecologica, l'integrazione.
Fra lezioni, colpi di scena e vita nel Campus si intrecciano le storie di un gruppo di universitari nella ricerca ansiosa del futuro, tra un passato marcato ed un presente ancora tutto da giocare.
Siamo alla vigilia degli esami: è l'alba di un sabato che questa volta si prevede diverso dagli altri giorni. Jay sta studiando, ma improvvisamente una telefonata misteriosa lo fa correre verso la stazione, ma non per partire.

Si presta anche come strumento “artistico” per il coinvolgimento di 125 giovani sul palco insieme al Gen Rosso, opportunamente preparati in workshops.
Il progetto comprende 5 workshops: Danza 1, Danza 2, Canto corale, Teatro e Percussioni.



"Remote control"

     La  Hopetown  University, università  nel  cuore  di  una  megalopoli, non  è soltanto luogo di aspirazioni accademiche e intellettuali, ma anche piazza di traffico internazionale di droga.
     La  città  infatti  è uno  dei  territori  di  Boris, esponente  di  grande  potere che espande  il  suo  impero  e  muove affari  e  persone  dagli  uffici  invisibili  dei  suoi grattacieli e jet privati. Nessuno saprà mai chi è.
     Boris si è conquistato la fiducia del capo di un fronte di liberazione in Medio Oriente che per la sua lotta, pur nobile e giusta, deve fornirsi di armi e diventa così un cliente fedele e docile.

     Un  giorno,  Boris  viene  a  sapere  che “El César”, un pretendente della  grande cerchia  del  narcotraffico, vuole  invadere  il  suo  territorio.  Si  prepara allora ad una guerra crudele, lontana dai riflettori della consueta opinione pubblica, ma proprio per questo ancora più spietata.

     Sullo  sfondo  di  questo torbido scenario  si  intrecciano le  storie  di  alcuni studenti:
Jacques, segnato dalla povertà e dalle lotte tribali del suo paese.
Sam, erede dell’impero finanziario di suo padre, un magnate dell’ Est.
Raf, Alycia e Jay, membri del fronte in Medio Oriente.
Rosita, figlia e agente di “El César”.
Ognuno  di  loro  sa  di  avere  una  precisa  missione, davanti alla  quale  le  lauree  sono soltanto un pretesto...

     Quali promesse invece offre il Campus della Hopetown University?
     Le  storie  degli  studenti  si  incontreranno nella  più  grande  stazione  della  città.
Ma nessuno partirà.



Tra sonorità coinvolgenti e pressante attualità

Il musical si compone di 23 brani, di passaggi coreografici che interagiscono con sequenze filmate, di azioni teatrali e movimento. «Il progetto artistico è il risultato della collaborazione di un team di professionisti internazionali» - afferma Beni Enderle. «Le sonorità sono forti e ricche di contaminazioni, d'intrecci armonici coinvolgenti, con la soavitá di alcuni ritmi sudamericani ed il pathos di certi ritmi afro, in una sintesi sonora che colpisce e cattura».

«Man mano che ci s’immerge nella storia e nell’atmosfera dello spettacolo – prosegue Josè Manuel Garcia - si avverte il respiro globale che emerge da un impianto narrativo che va dritto al cuore delle sfide della contemporaneità, all’interno di una colonna sonora originale e rigorosamente live che spazia nei ritmi e nelle sonorità Rock, Pop, Reggae, Samba-axe, Elettronica contemporanea, Hip-hop fino al Dubstep».

L’impatto scenico è d’avanguardia. Jean Paul Carradori spiega: «Ho lavorato in molte produzioni di carattere internazionale. Campus è stata per me una sfida inattesa per il suo impianto drammaturgico e teatrale molto forte. Era necessario creare un clima che ne valorizzasse i contenuti e allo stesso tempo conducesse lo spettatore a immergersi nella storia».


Stili musicali

Etno-Afro, Etno-Samba, Rock, HipHop/Dubstep, Funky/Soul, EasyJazz, Symphonic Music, Pop, Rhytm&Blues, Brit-Reggae, Pop Ballad, Folk Progressive, Rap.


Campus - progetto culturale

Aprire piattaforme d’incontro, in una visione che interpella tutte le componenti della società: è questo lo scopo di Campus – progetto culturale. Nasce in collaborazione con l’Istituto Universitario internazionale Sophia (IUS) e punta ad offrire ulteriori piste di approfondimento delle tematiche che il musical affronta: dal multiculturalismo all’integrazione, spaziando dal sociale alla politica, dalla religione allo sport, dalla famiglia, all’immigrazione, ecc. Attraverso tavole rotonde, laboratori di dialogo, conferenze e dibattiti si offrirà al pubblico la possibilità di un confronto diretto con la proposta del Gen Rosso, ampliata da esperti e testimoni di diversi ambiti.

 

Prodotto da Gen Rosso International Performing Arts Group, il Musical è il frutto della convergenza e sinergia di un team internazionale e di un continuo lavoro di squadra.


 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter
Please wait

Questo sito usa i cookie per garantire una migliore qualità del servizio agli utenti. Continuando la navigazione, si considera implicitamente accettato il loro utilizzo.